NELLE MANI DELLE DONNE

NELLE MANI DELLE DONNE

Venerdì, 13 dicembre alle 17.45 – MACRO ASILO – ROMA

Venerdì 13 dicembre 2019 Balcando in collaborazione con l’Associazione Ponte Internazionale – API, Nucleus Albania e altre associazioni ha organizzato un evento collaterale alla partecipazione alla Fiera di Romadi un gruppo di artigiani albanesi. E’ un’occasione per dare loro il benvenuto ma anche per condividere i risultati e gli obiettivi dei progetti sull’artigianato albanese e le prospettive future.

All’incontro sono intervenuti ed erano presenti esponenti della #diaspora #albanese. Ha moderato gli interventi Ireneo Spencerdelle associazioni API – Ponte Internazionale e QuestaèRoma, vicepresidente del CoNNGI- Coordinamento Nazionale Nuove Generazioni Italiane. Del progetto di Nucleus Albaniaha parlato Dott.ssa Valbona Paluka, mentre il progetto ArtisanOnlineè stato illustrato dalla sua coordinatrice Fioralba Duma. Rando Devole, sociologo e co-curatore del libro corale e collettivo “Donne D’Albania” di Confronti, edizione Com Nuovi Tempi ha parlato della sua esperienza nel fare reti e della cultura del lavoro attualmente in Albania. L’Avv. Stela Kapllani dell’Associazione Avvocati Albanesi in Italia ha parlato della necessità del protagonismo e della professionalità femminile nel contribuire allo sviluppo in entrambi i nostri paesi, mentre Ledi Shabani, artista albanese e pugliese ha spiegato la creatività che crea ponti.

I progetti come ArtisanOnline e Nucleus sono la dimostrazione della grande volontà di partire dalla tradizione e arrivare all’impresa. Un’impresa parte da un’idea e l’idea arriva da lontano, dalle nostre origini, dalle radici, dalle prime sensazioni che abbiamo avuto da bambini. Il valore aggiunto dei due i progetti, nonché il filo conduttore sono le donne con la loro forza e la loro dedizione. Ma l’artigianato e la piccola impresa non devono rimanere bloccati entro le mura domestiche, né entro i confini del piccolo mondo, ma devono espandersi per poter dare inizio a un’economia che sostiene, non una, ma una comunità intera. La tradizione e la creazione di queste donne si intreccia con la produzione dei prodotti alimentari, con il turismo, poiché serve da catalizzatore, nonché da vetrina dello stesso. Nucleus Albania conosce bene le difficoltà per fare tutto ciò perché ha dovuto insegnare ai propri associati ad organizzarsi, ad investire, a cercare nuovi mercati.

 

Il progetto ArtisanOnline è nato nell’ambito del Programma A.MI.CO, in quanto progetto vincitore del premio A.Mi.Co. Award indetto dall’ OIM – Ufficio di Coordinamento per il Mediterraneo  per l’ #empowerment delle associazioni #migranti per il #cosviluppo. Nella prima edizione  si è svolto in Albania grazie alla partnership tra le associazioni QuestaèRoma e ICSE&Co. mentre la seconda edizione del progetto, chiusa in questi mesi, è stata condotta dall’associazione fiorentine ICSE & co.e da IParticipate, e l’associazione locale scutarina DeP “Dora e Pajtimit”ed è stata finanziata nell’ambito del programma della Regione Toscana per il co-sviluppo.
Mentre Nucleus Albania nasce in seguito ad un progetto pilota di un anno svolto nel quadro della strategia nazionale degli investimenti 2014-2020 e viene fondata nel 2014 da 5 associazioni albanesi di categoria che rappresentano imprese turistiche, alberghiere, produtori dell’olio d’oliva e dell’orticoltura. Nucleus ha come obiettivo il supporto della piccola e media imprese rafforzando e migliorando i servizi alle imprese attraverso il network nazionale e attraverso la condivisione dell’informazione. Nel progetto ci sono 83 nuclei di imprese, piccole e medie e nel suo consiglio direttivo fanno parte Business Albania, GIZ Albania.

Leave a Comment